The Legion

The Legion

La Marvel incassa dai cosidetti comic-movie circa 4 miliardi l’anno. Questo fa dei supereroi il franchise più remunerativo in circolazione e forse di sempre, insieme a Harry Potter e all’intramontabile Star Wars (non me ne vogliano gli amanti di Star Trek). Molti dei diritti, tra cui quelli sugli X-Men, sono nelle mani della Fox ancora per un po’ e quindi nel tentativo di sfruttare al massimo questo lucroso momento, spunta fuori Legion. Sicuramente non è uno dei personaggi più conosciuti, ne uno dei più amati, ma allora chi è Legion?

Semplicemente il più forte di tutti i mutanti. Avete capito bene, Legione è un mutante cosi forte da essere addirittura onnipotente, o quasi. Ha un unico problema. Non ci sta tanto di testa. Si il nostro eroe è un po mattarello, anzi direi che è prorpio fuori, visto che il nome Legion richiama la nutrita schiera di personalità che albergano il corpo del protagonista. Cioè, circa 200.

Partiamo dall’inizio e facciamo il punto della situazione. La serie sarà composta da 8 episodi ed è totalmente scollegata dalla serie cinematografica degli X-Men e non fa parte della Marvel Cinematic Universe. Alemeno per ora. E’ la prima opera della Marvel Television ed è ambiantata negli anni 60, in un universo parallelo, quindi distinto da quello in cui stanno vivendo Logan e compagni.

La serie parla di David Haller, trentenne affetto da gravi disturbi psichici, tanto da vedere continuamente distorta la realtà e sentire voci nella sua testa. Dopo aver tentato il suicidio, viene ricoverato in una clinica, in cui però viene studiato e monitorato continuamente da quello che sembra un organo governativo di controllo dei mutanti.  Presto verrà liberato e portato in una sorta di scuola alla X-Men per aiutarlo a controllare le sue abilità.

Noah Hawley ha spiegato di aver voluto creare qualcosa di nuovo e di inaspettato, a partire dalla regia, elemento che caratterizza, almeno nei primi episodi, questa nuova serie. Infatti spesso questo tipo di prodotto è molto mass market, orietanto al grande pubblico e alle masse. Per questo si preferscono personaggi semplici o comunque delineabili in alcune caratteristiche che lo distinguono.

Legion ha invece una trama non lineare, inquadrature bizzarre, dialoghi davvero particolari, salti temporali che distolgono lo spettatore. Legion infatti non è un prodotto da vedere tranuillamente sul divano, è un contenuto che ne contiene altri, che vi contringerà a farvi domande, a postulare ipotesi. Legion non è un supereroe, o non lo è ancora, è soprattutto un figlio con molti problemi e una grande battaglia interna.

David Charles Haller in realtà è il figlio del più potente telepate della terra, il Professor Xavier, che però ignora del tutto la sua esistenza. Nel fumetto i suoi poteri sono immensi e ogni personalità ne possiede uno ed uno soltanto. Solo talvolta il personaggio nei fumetti ha avuto il pieno lucido controllo delle sue abilità, abilità con le quali, tanto per farvi rendere conto delle potenzialità, potrebbe battere tutti gli X-Men e gli Avengers insieme. I produttori hanno dichiarato di aver tenuto aperta la possibilità di un sequel nel caso la prima serie andasse bene. In ogni caso hanno detto che Legion avrà un finale conclusivo e che non lascerà l’amaro in bocca.

No Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.