Utakata

120.00

Utakata (ウタカタ?) è stato la forza portante della Lumaca a Sei Code. Utakata faceva parte del Villaggio della Nebbia ed è stato catturato dall’Organizzazione Alba prima dello scontro tra Sasuke Uchiha e Killer Bee, mentre nell’anime la sua cattura è stata spostata più avanti nel corso della storia, precisamente dopo lo scontro tra Sasuke e Killer Bee e poco prima l’attacco di Pain al Villaggio della Foglia. Nel corso della quarta guerra ninja, Kabuto Yakushi resuscita Utakata con la Tecnica della Resurrezione ed affronta Naruto e Killer Bee[7]. Utakata ritorna nell’aldilà dopo che la tecnica della resurrezione viene annullata dallo stesso Kabuto[21]

Utakata è esperto di tecniche basate sulle bolle di sapone, create tramite una cannuccia che utilizza anche come arma[22]. È in grado di utilizzare queste bolle per vari scopi come attaccare gli avversari o ancora per galleggiare nell’aria[23]. Inoltre è capace di utilizzare la Violenta Onda Acquatica. Oltre a questa vasta conoscenza di tecniche, Utakata è esperto nelle erbe mediche e nel combattimento ravvicinato[22]. Nell’anime Utakata dimostra di poter controllare la Lumaca a Sei Code

10 disponibili

Sfoglia la lista dei desideri
Confronta
10 disponibili N/A , . .

Descrizione

Naruto Utakata Cosplay

Naruto Utakata Cosplay (ウタカタ?) è stato la forza portante della Lumaca a Sei Code. Utakata faceva parte del Villaggio della Nebbia ed è stato catturato dall’Organizzazione Alba prima dello scontro tra Sasuke Uchiha e Killer Bee, mentre nell’anime la sua cattura è stata spostata più avanti nel corso della storia, precisamente dopo lo scontro tra Sasuke e Killer Bee e poco prima l’attacco di Pain al Villaggio della Foglia. Nel corso della quarta guerra ninja, Kabuto Yakushi resuscita Utakata con la Tecnica della Resurrezione ed affronta Naruto e Killer Bee[7]. Utakata ritorna nell’aldilà dopo che la tecnica della resurrezione viene annullata dallo stesso Kabuto[21]

Naruto Utakata Cosplay è esperto di tecniche basate sulle bolle di sapone, create tramite una cannuccia che utilizza anche come arma[22]. È in grado di utilizzare queste bolle per vari scopi come attaccare gli avversari o ancora per galleggiare nell’aria[23]. Inoltre è capace di utilizzare la Violenta Onda Acquatica. Oltre a questa vasta conoscenza di tecniche, Utakata è esperto nelle erbe mediche e nel combattimento ravvicinato[22]. Nell’anime Utakata dimostra di poter controllare la Lumaca a Sei Code.

È un ragazzo alto dalla carnagione chiara, i capelli lunghi scuri. Kishimoto ha descritto Utakata come un personaggio “affascinante”. In passato era un ragazzo molto sicuro di sé, che cercava in tutti i modi di attirare l’attenzione del suo maestro Harusame. L’unica persona in quel periodo con cui aveva un rapporto di amicizia è proprio il maestro Harusame: durante un flashback dello stesso Utakata, si scopre che quando si trovava al Villaggio della Nebbia era anche avventato e non rifletteva prima di attaccare gli avversari. In alcuni casi era molto simile a Naruto e per questo suo maestro Harusame lo rimproverava spesso, ma era felice che il suo allievo stesse bene. Durante la saga dell’origine del Sei Code, Utakata assume una freddezza molto simile a quella di Sasuke Uchiha. All’inizio della serie dimostra subito una notevole indifferenza verso il Team 7, verso Hotaru e il villaggio dei Tsuchigumo. Sebbene si mantenga sempre chiuso in se stesso, la sfiducia di Utakata proviene dal tradimento del suo maestro Harusame, che in passato cercò di ucciderlo. Utakata prova, quindi, molto odio nei confronti del vecchio maestro, e questo lo ha portato a credere che non possa esiste legame tra allievo e maestro. Tuttavia prova un sentimento di amicizia per Hotaru ed è sempre pronto a proteggerla. Si arrabbia molto con Hotaru quando quest’ultima lo chiama maestro.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Utakata”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.