New

Harley Quinn Comics

185.00

Harley Quinn Comics. 

La prima apparizione in assoluto di Harley Quinn risale all’11 settembre 1992, nel ventiduesimo episodio della serie animata BatmanUn piccolo favore (Joker’s Favor).[7] Paul Dini, uno degli scrittori della serie Batman e di molte altre opere sul Cavaliere Oscuro, ha creato il personaggio per dare una spalla femminile al Joker. Lo sceneggiatore è stato ispirato da Arleen Sorkin, attrice della soap opera Il tempo della nostra vita, in cui compare in una sequenza onirica con un costume da giullare.[1][8] Essendo amico di Arleen Sorkin dai tempi del college, che darà voce al personaggio nella serie e in altri media, ha inserito aspetti della sua personalità in Harley Quinn.[9] Il personaggio è stato ispirato anche da un’amica comune femminile con cui avevano una “relazione tempestosa (ma non violenta)”, secondo Timm.[10] Nella versione italiana della serie, Harley è doppiata sia da Marcella Silvestri che da Alessandra Karpoff.

Nel primo episodio in cui compare il personaggio, già criminale, si presenta come scagnozza e fidanzata criminale dello psicopatico Joker. Harley aiuta il Joker nel compiere un attentato alla vita di James Gordon, piazzando una bomba ad un banchetto in suo onore. La sua parte del piano consisteva nel consegnare un’enorme torta enorme alla cerimonia vestita da poliziotta. Mentre cerca di fuggire, Batman riesce ad ammanettarla.[7] Dopo questo episodio, comincerà ad apparire sempre al fianco del Joker. In I pesci che ridono, seconda apparizione del personaggio, cerca di assassinare due funzionari pubblici. Si rende responsabile di aver somministrato a G. Carl Francis, direttore dell’ufficio copyright di Gotham, una sostanza chimica che lo avrebbe ucciso se esposto ancora al prodotto. Cattura in seguito Harvey Bullock quando il detective riesce a scovare il nascondiglio di Joker. Harley e il resto della banda di Joker vengono fermati ancora una volta da Batman e successivamente arrestati dalla polizia, ma Joker viene dato per morto, rendendo Harley in lutto per il suo amore perduto.[11] Joker ritorna nell’episodio L’ho quasi ucciso, in cui racconta ad altri criminali di quando è quasi riuscito a far cadere l’Uomo Pipistrello in una trappola mortale. Catwoman arriva in tempo per salvare Batman, ma finisce anch’essa con l’essere catturata. Il Joker incarica Harley di eliminare Catwoman la notte successiva all’interno di una fabbrica di cibo per gatti. Quando Batman riesce a rintracciarla, Harley prova a scappare ma il suo piano fallisce finendo con l’essere catturata da Batman.[12]

Svuota
Confronta
7867. 8 disponibili N/A , . , , .

Descrizione

 

 

 

 

 

 

 

Harley Quinn Comics

Harley Quinn Comics. 

La prima apparizione in assoluto di Harley Quinn risale all’11 settembre 1992, nel ventiduesimo episodio della serie animata BatmanUn piccolo favore (Joker’s Favor).[7] Paul Dini, uno degli scrittori della serie Batman e di molte altre opere sul Cavaliere Oscuro, ha creato il personaggio per dare una spalla femminile al Joker. Lo sceneggiatore è stato ispirato da Arleen Sorkin, attrice della soap opera Il tempo della nostra vita, in cui compare in una sequenza onirica con un costume da giullare.[1][8] Essendo amico di Arleen Sorkin dai tempi del college, che darà voce al personaggio nella serie e in altri media, ha inserito aspetti della sua personalità in Harley Quinn.[9] Il personaggio è stato ispirato anche da un’amica comune femminile con cui avevano una “relazione tempestosa (ma non violenta)”, secondo Timm.[10] Nella versione italiana della serie, Harley è doppiata sia da Marcella Silvestri che da Alessandra Karpoff.

Nel primo episodio in cui compare il personaggio, già criminale, si presenta come scagnozza e fidanzata criminale dello psicopatico Joker. Harley aiuta il Joker nel compiere un attentato alla vita di James Gordon, piazzando una bomba ad un banchetto in suo onore. La sua parte del piano consisteva nel consegnare un’enorme torta enorme alla cerimonia vestita da poliziotta. Mentre cerca di fuggire, Batman riesce ad ammanettarla.[7] Dopo questo episodio, comincerà ad apparire sempre al fianco del Joker. In I pesci che ridono, seconda apparizione del personaggio, cerca di assassinare due funzionari pubblici. Si rende responsabile di aver somministrato a G. Carl Francis, direttore dell’ufficio copyright di Gotham, una sostanza chimica che lo avrebbe ucciso se esposto ancora al prodotto. Cattura in seguito Harvey Bullock quando il detective riesce a scovare il nascondiglio di Joker. Harley e il resto della banda di Joker vengono fermati ancora una volta da Batman e successivamente arrestati dalla polizia, ma Joker viene dato per morto, rendendo Harley in lutto per il suo amore perduto.[11] Joker ritorna nell’episodio L’ho quasi ucciso, in cui racconta ad altri criminali di quando è quasi riuscito a far cadere l’Uomo Pipistrello in una trappola mortale. Catwoman arriva in tempo per salvare Batman, ma finisce anch’essa con l’essere catturata. Il Joker incarica Harley di eliminare Catwoman la notte successiva all’interno di una fabbrica di cibo per gatti. Quando Batman riesce a rintracciarla, Harley prova a scappare ma il suo piano fallisce finendo con l’essere catturata da Batman.[12]

Informazioni aggiuntive

Size

XS, S, M, L, XL, XXL

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Harley Quinn Comics”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.