New

Ezio Auditore

440.00

Gli Accessori di questa Versione sono tratti dal capitolo Assassin’s Creed Brotherhood

Ezio Auditore Cosplay nacque in Italia, a Firenze, il 24 giugno 1459 da Giovanni Auditore (1436-1476) e Maria Auditore nata Mozzi (1432-1512). Fu il secondogenito nato dopo Federico. Fino all’età di 17 anni, Ezio visse una vita fatta di lusso e agiatezze, essendo un membro della nobiltà fiorentina, anche se in segreto suo padre era un abile Assassino. Da giovane, Ezio era un apprendista banchiere presso Giovanni Tornabuoni, presumibilmente per prendere più avanti il comando della banca degli Auditore. Nel 1476, Ezio incontra Cristina Vespucci, destinata a diventare una figura portante nella vita dell’Auditore. Questa appare solo all’inizio di Assassin’s Creed II, ma la sua figura e il legame con Ezio vengono meglio approfonditi in Assassin’s Creed: Brotherhood. Sempre nel 1476, Ezio, e suo fratello Federico ebbero una disputa con Vieri de’ Pazzi e il suo gruppo. Scattò una rissa, in cui Ezio rimase ferito al labbro da un sasso scagliato da Vieri, che gli procurò così la famosa cicatrice. Dopo essersi dileguati Ezio e Federico si dirigono dal dottore più vicino.

Lasciato il dottore, Federico decise di fare una gara a chi riuscisse a raggiungere per primo la cima della chiesa di Santa Trinità. Ezio vinse, ed i due dopo un breve dialogo si separarono. Ezio realizzando che era vicino alla casa della sua fidanzata, Cristina Vespucci, si recò da essa dove trascorse la notte. Tuttavia, la mattina dopo il padre di Cristina li beccò in flagrante, e costrinse Ezio alla fuga, che ritornò a palazzo Auditore dove incontrò il padre che dopo averlo sgridato (essendo venuto a conoscenza della scaramuccia con Vieri) gli disse di venire da lui in seguito perché aveva un compito da affidargli. Ezio trovò il fratello minore Petruccio fuori dalla casa, che gli chiese di recuperare delle piume dai tetti, promettendo di ritornare a letto se Ezio gliele avesse recuperate. Dopo la ricerca delle piume, Ezio trovò la sorella Claudia molto turbata per aver scoperto che il suo ragazzo, Duccio de Luca, le era stato infedele. Quindi, dopo aver scoperto dove si trovava, Ezio diede una lezione a Duccio, intimandogli di stare lontano dalla sorella. Tornato al palazzo nuovamente, Maria, la madre di Ezio, gli chiese di accompagnarla a recuperare dei quadri commissionati ad un giovane pittore che aveva conosciuto, Leonardo da Vinci. Una volta recuperati i quadri, mentre tornavano a casa, Leonardo ed Ezio conversarono, stringendo amicizia.

Svuota
Confronta
4364. 10 disponibili N/A , , . , .

Descrizione

Ezio Auditore Cosplay

tabella taglie uomotabella taglie donna

IMPORTANTE

Controllare le tabelle qui sopra per la selezione della taglia prima dell’acquisto.

Ezio Auditore Cosplay nacque in Italia, a Firenze, il 24 giugno 1459 da Giovanni Auditore (1436-1476) e Maria Auditore nata Mozzi (1432-1512). Fu il secondogenito nato dopo Federico. Fino all’età di 17 anni, Ezio visse una vita fatta di lusso e agiatezze, essendo un membro della nobiltà fiorentina, anche se in segreto suo padre era un abile Assassino. Da giovane, Ezio era un apprendista banchiere presso Giovanni Tornabuoni, presumibilmente per prendere più avanti il comando della banca degli Auditore. Nel 1476, Ezio incontra Cristina Vespucci, destinata a diventare una figura portante nella vita dell’Auditore. Questa appare solo all’inizio di Assassin’s Creed II, ma la sua figura e il legame con Ezio vengono meglio approfonditi in Assassin’s Creed: Brotherhood. Sempre nel 1476, Ezio, e suo fratello Federico ebbero una disputa con Vieri de’ Pazzi e il suo gruppo. Scattò una rissa, in cui Ezio rimase ferito al labbro da un sasso scagliato da Vieri, che gli procurò così la famosa cicatrice. Dopo essersi dileguati Ezio e Federico si dirigono dal dottore più vicino.

Lasciato il dottore, Federico decise di fare una gara a chi riuscisse a raggiungere per primo la cima della chiesa di Santa Trinità. Ezio vinse, ed i due dopo un breve dialogo si separarono. Ezio realizzando che era vicino alla casa della sua fidanzata, Cristina Vespucci, si recò da essa dove trascorse la notte. Tuttavia, la mattina dopo il padre di Cristina li beccò in flagrante, e costrinse Ezio alla fuga, che ritornò a palazzo Auditore dove incontrò il padre che dopo averlo sgridato (essendo venuto a conoscenza della scaramuccia con Vieri) gli disse di venire da lui in seguito perché aveva un compito da affidargli. Ezio trovò il fratello minore Petruccio fuori dalla casa, che gli chiese di recuperare delle piume dai tetti, promettendo di ritornare a letto se Ezio gliele avesse recuperate. Dopo la ricerca delle piume, Ezio trovò la sorella Claudia molto turbata per aver scoperto che il suo ragazzo, Duccio de Luca, le era stato infedele. Quindi, dopo aver scoperto dove si trovava, Ezio diede una lezione a Duccio, intimandogli di stare lontano dalla sorella. Tornato al palazzo nuovamente, Maria, la madre di Ezio, gli chiese di accompagnarla a recuperare dei quadri commissionati ad un giovane pittore che aveva conosciuto, Leonardo da Vinci. Una volta recuperati i quadri, mentre tornavano a casa, Leonardo ed Ezio conversarono, stringendo amicizia.

Informazioni aggiuntive

Size

XS, S, M, L, XL, XXL

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Ezio Auditore”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.