Berserk Behelit

70.00

Il Bejelit (o Behelit) è un ciondolo magico, nonché un essere sovrannaturale, che ha il potere di evocare la Mano di Dio. Ha le fattezze di un uovo, sulla cui superficie spuntano due occhi, un naso e una bocca, disposti caoticamente come in un quadro cubista. Nella storia si fa riferimento a lui come ad un vero e proprio essere vivente, simile ad una conchiglia, tant’è vero che, nonostante abbia la consistenza della pietra, in più di un’occasione sembra che muova un occhio a fissare uno dei protagonisti. Pak avendo fatto una propria casa nella borsa di Gatsu, usa il Bejelit come cuscino, dandogli a volte da mangiare il formaggio, affermando che ne è ghiotto.

Confronta
9095. In magazzino N/A , , . , , .

Descrizione

Berserk Behelit Cosplay

Berserk Behelit Cosplay. 

Il Bejelit (o Behelit) è un ciondolo magico, nonché un essere sovrannaturale, che ha il potere di evocare la Mano di Dio. Ha le fattezze di un uovo, sulla cui superficie spuntano due occhi, un naso e una bocca, disposti caoticamente come in un quadro cubista. Nella storia si fa riferimento a lui come ad un vero e proprio essere vivente, simile ad una conchiglia, tant’è vero che, nonostante abbia la consistenza della pietra, in più di un’occasione sembra che muova un occhio a fissare uno dei protagonisti. Pak avendo fatto una propria casa nella borsa di Gatsu, usa il Bejelit come cuscino, dandogli a volte da mangiare il formaggio, affermando che ne è ghiotto.

In particolari condizioni, che contemplano sia aspetti oggettivi come il verificarsi di particolari fenomeni astronomici, sia aspetti soggettivi inerenti allo stato psicologico del possessore, è possibile richiamarne il potere di evocare i cinque arcidemoni che compongono la Mano di Dio. Sembra comunque che i Bejelit tendano ad entrare in possesso delle persone che in seguito li useranno; per questo motivo chi non è destinato ad utilizzare un Bejelit, per quanto stretto lo tenga a sé, finirà per perderlo, mentre chi ne sfrutterà il potere non avrà modo di disfarsene.

Solitamente è di colore verde acqua e conferisce a chi lo possiede la facoltà di diventare un apostolo della Mano di Dio, ossia un loro emissario sulla terra. Gli apostoli sono pressoché immortali, tuttavia non sono invulnerabili e morendo finiscono aspirati dal vortice infernale. Ne esiste tuttavia uno speciale, il leggendario “Bejelit scarlatto” di cui è entrato in possesso Grifis, che dà la facoltà di diventare membro integrante della stessa Mano di Dio, luogotenenti (come affermato dal loro capo Boid) dell’unico vero Dio non creato dagli uomini.

Il Cavaliere del Teschio è alla ricerca dei Bejelit, come è possibile vedere nella cerimonia di reincarnazione di Grifis, durante la quale questo personaggio mangia letteralmente uno di questi oggetti. In seguito viene mostrato il perché di questa ricerca: ingoiando la lama della sua spada (o almeno pare che venga ingoiata) egli le conferisce il potere di aprire un varco tra gli strati della coscienza, dominio del Dio degli Abissi e dei suoi cinque luogotenenti. La spada si ricopre della carne dei Bejelit, compresi nasi, bocche e occhi, pur mantenendo la sua forma.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Berserk Behelit”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.