New

Arwen

280.00

« Ai piedi della collina trovarono Aragorn seduto immobile e silenzioso come un albero; teneva in mano un piccolo dorato fiore di elanor e nei suoi occhi brillava una luce. Era immerso in qualche dolce ricordo: guardandolo, Frodo capì che stava rammentando le cose quali erano un tempo nel medesimo luogo. I foschi anni erano scomparsi dal volto di Aragorn, ed egli pareva vestito di bianco, un giovane sire alto e splendente; delle parole in lingua elfica volavano dalle sue labbra a qualcuno che Frodo non vedeva: “Arwen vanimelda, namarië!”[*] disse, traendo un sospiro; poi tornando dai sogni alla realtà, guardò Frodo e sorrise.«Qui è il cuore del Reame Elfico in terra», disse, «e qui dimorerà per sempre il mio cuore, a meno che non vi sia una luce oltre le oscure strade che ancora dobbiam percorrere, tu ed io. Vieni meco!». Prese Frodo per mano e si allontanò dal colle di Cerin Amroth, e non vi tornò mai più con umane sembianze.


[*] “Arwen cara, addio!” »

(Il Signore degli Anelli – La Compagnia dell’Anello)

Arwen Cosplay Undómiel è un personaggio di Arda, l’universo immaginario fantasy dello scrittore inglese J.R.R. Tolkien. Appare nel suo più famoso romanzo, Il Signore degli Anelli. Arwen è un’Elfa che visse durante la Terza Era.

Ne La Compagnia dell’Anello, Arwen viene descritta come una graziosa dama estremamente rassomigliante al padre Elrond, dal portamento regale e uno sguardo trapelante riflessione e saggezza, apprese col passare degli anni. Ha una carnagione bianca e vellutata e i suoi capelli sono di un nero corvino; nel suo volto limpido risplendono due occhi grigi, prerogativa della razza Elfica. Quando Frodo Baggins la vede per la prima volta a Gran Burrone, Arwen porta una cuffietta di pizzo argenteo ricamata con pietre preziose e scintillanti, e indossa una veste di un grigio pallido senza alcun ornamento all’infuori di una cinta di foglie intrecciante con fili d’argento.[1] Nel suo primo incontro con Elessar, avvenuto anch’esso a Gran Burrone, ella veste abiti simili a quelli indossati anni prima nel Beleriand da Lúthien Tinuviel: un manto argento e azzurro.[2] Arwen porta con sé la Stella del Vespro: una gemma bianca come una stella che pende sul suo petto da una catena d’argento. Tale gioiello viene donato a Frodo Baggins in memoria dell’amicizia di Re Aragorn e Dama Arwen con lo Hobbit prima della loro separazione a Gran Burrone.[3]

Arwen era la figlia più giovane di Elrond e Celebrían; i suoi fratelli maggiori erano i gemelli Elladan e Elrohir. Si dice reincarnasse le sembianze di Lúthien Tinuviel, e fu chiamata Undómiel, poiché era la Stella del Vespro del suo popolo.[1]

Come è narrato ne “La Storia di Aragorn e Arwen”, che si trova nell’Appendice A de Il Signore degli Anelli (dopo il terzo volume, Il ritorno del re), quando Aragorn aveva vent’anni incontrò Arwen per la prima volta a Gran Burrone, dove egli viveva sotto la protezione di Elrond. Arwen, che allora aveva oltre 2700 anni, era recentemente ritornata alla casa disuo padre dopo aver vissuto per un po’ con sua nonna Galadriel a Lórien. Aragorn s’innamorò di Arwen a prima vista. Circa trent’anni dopo, i due si ritrovarono a Lórien; quella volta, Arwen ricambiò l’amore di Aragorn; allora “si giurarono eterna fedeltà” sulla collina di Cerin Amroth.

La prima vera apparizione di Arwen ne Il Signore degli Anelli è a Gran Burrone, quando gli hobbit arrivarono lì, e Aragorn fu visto con lei — il primo indizio della loro relazione. Dopo, quando la Compagnia dell’Anello arrivò a Lothlórien, Aragorn ricordò il loro precedente incontro e si fermò riverente presso Cerin Amroth.

Svuota
Confronta
2712. 10 disponibili N/A , . , .

Descrizione

tabella taglie uomotabella taglie donna

Arwen Cosplay

IMPORTANTE

Controllare le tabelle qui sopra per la selezione della taglia prima dell’acquisto.

Arwen Cosplay Undómiel è un personaggio di Arda, l’universo immaginario fantasy dello scrittore inglese J.R.R. Tolkien. Appare nel suo più famoso romanzo, Il Signore degli Anelli. Arwen è un’Elfa che visse durante la Terza Era.

Ne La Compagnia dell’Anello, Arwen viene descritta come una graziosa dama estremamente rassomigliante al padre Elrond, dal portamento regale e uno sguardo trapelante riflessione e saggezza, apprese col passare degli anni. Ha una carnagione bianca e vellutata e i suoi capelli sono di un nero corvino; nel suo volto limpido risplendono due occhi grigi, prerogativa della razza Elfica. Quando Frodo Baggins la vede per la prima volta a Gran Burrone, Arwen porta una cuffietta di pizzo argenteo ricamata con pietre preziose e scintillanti, e indossa una veste di un grigio pallido senza alcun ornamento all’infuori di una cinta di foglie intrecciante con fili d’argento.[1] Nel suo primo incontro con Elessar, avvenuto anch’esso a Gran Burrone, ella veste abiti simili a quelli indossati anni prima nel Beleriand da Lúthien Tinuviel: un manto argento e azzurro.[2] Arwen porta con sé la Stella del Vespro: una gemma bianca come una stella che pende sul suo petto da una catena d’argento. Tale gioiello viene donato a Frodo Baggins in memoria dell’amicizia di Re Aragorn e Dama Arwen con lo Hobbit prima della loro separazione a Gran Burrone.[3]

Arwen era la figlia più giovane di Elrond e Celebrían; i suoi fratelli maggiori erano i gemelli Elladan e Elrohir. Si dice reincarnasse le sembianze di Lúthien Tinuviel, e fu chiamata Undómiel, poiché era la Stella del Vespro del suo popolo.[1]

Come è narrato ne “La Storia di Aragorn e Arwen”, che si trova nell’Appendice A de Il Signore degli Anelli (dopo il terzo volume, Il ritorno del re), quando Aragorn aveva vent’anni incontrò Arwen per la prima volta a Gran Burrone, dove egli viveva sotto la protezione di Elrond. Arwen, che allora aveva oltre 2700 anni, era recentemente ritornata alla casa disuo padre dopo aver vissuto per un po’ con sua nonna Galadriel a Lórien. Aragorn s’innamorò di Arwen a prima vista. Circa trent’anni dopo, i due si ritrovarono a Lórien; quella volta, Arwen ricambiò l’amore di Aragorn; allora “si giurarono eterna fedeltà” sulla collina di Cerin Amroth.

La prima vera apparizione di Arwen ne Il Signore degli Anelli è a Gran Burrone, quando gli hobbit arrivarono lì, e Aragorn fu visto con lei — il primo indizio della loro relazione. Dopo, quando la Compagnia dell’Anello arrivò a Lothlórien, Aragorn ricordò il loro precedente incontro e si fermò riverente presso Cerin Amroth.

« Ai piedi della collina trovarono Aragorn seduto immobile e silenzioso come un albero; teneva in mano un piccolo dorato fiore di elanor e nei suoi occhi brillava una luce. Era immerso in qualche dolce ricordo: guardandolo, Frodo capì che stava rammentando le cose quali erano un tempo nel medesimo luogo. I foschi anni erano scomparsi dal volto di Aragorn, ed egli pareva vestito di bianco, un giovane sire alto e splendente; delle parole in lingua elfica volavano dalle sue labbra a qualcuno che Frodo non vedeva: “Arwen vanimelda, namarië!”[*] disse, traendo un sospiro; poi tornando dai sogni alla realtà, guardò Frodo e sorrise.«Qui è il cuore del Reame Elfico in terra», disse, «e qui dimorerà per sempre il mio cuore, a meno che non vi sia una luce oltre le oscure strade che ancora dobbiam percorrere, tu ed io. Vieni meco!». Prese Frodo per mano e si allontanò dal colle di Cerin Amroth, e non vi tornò mai più con umane sembianze.


[*] “Arwen cara, addio!” »

(Il Signore degli Anelli – La Compagnia dell’Anello)

Arwen ritorna di nuovo nella storia quando, prima di prendere i Sentieri dei Morti, Aragorn incontrò un gruppo di dúnedain (la sua gente, proveniente dal nord), e i fratelli di Arwen, Elladan e Elrohir. Gli portarono un vessillo di tessuto nero: un dono fatto da Arwen, e un segno che lo incoraggiò a prendere il difficoltoso sentiero. Quando il vessillo fu spiegato alla Battaglia dei Campi del Pelennor per rivelare l’emblema di Elendil in mithril, gemme e oro fu il primo, trionfante annuncio del ritorno del Re.

Informazioni aggiuntive

Size

XS, S, M, L, XL, XXL

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Arwen”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.