Jumanji 3: novità sul cast del sequel

Jumanji 3: novità sul cast del sequel

I tantissimi fan dell’ormai quasi trilogia di Jumanji saranno già in visibilio. Qualche tempo fa infatti Dwayne ‘The Rock’ Johnson aveva rivelato i preparativi per il terzo capitolo della serie. L’annuncio segue di un anno l’uscita del fortunato sequel Welcome to the jungle, che aveva fatto registrare un grande successo di pubblico, attestandosi molto in alto nelle classifiche di incassi.
Per chi vivesse dentro una caverna, le avventure a sfondo magico/naturista di Jumanji compaiono per la prima volta sugli schermi nel 1995. Il film diretto da Joe Johnston rimane una pietra miliare del cinema, grazie anche all’indimenticabile performance di Robin Williams.

Jumanji cosplay su misura

Dopo oltre dieci anni di incredula attesa, Hollywood si è ricordata di questa opera di culto. Welcome to the jungle vede un cast di grande impatto, con protagonisti come Jack Black, Kevin Hart e Karen Jillian, tutti confermati per il terzo capitolo. Dietro la macchina da presa, anche questa volta, ci sarà Jake Kasdan, figlio di Lawrence, tra gli autori di Star Wars.
La notizia delle ultime ore è quella di un discorso ben avviato per inserire nel cast anche la rapper Awkwafina. L’artista americana di origine asiatica ha vissuto un anno di grandi successi, soprattutto sul grande schermo. Nora Lum (vero nome della rapper) è apparsa in pellicole come Crazy rich asians e Ocean’s 8.

Awkwafina porta la sua ironia in Jumanji

Nella sua carriera, Akwafina ha sempre avuto un ruolo importante nella community asiatica. Il suo punto di vista ironico e satirico, gioca con gli stereotipi razziali ed a volte anche razzisti. Grazie alla sua personalità forte, riesce a ribaltare l’immagine sottomessa e docile delle donne asiatiche. Pur non rinnegando nel look e nelle tematiche le prerogative della cultura orientale, riesce a rinnovarle. Celebre la sua collaborazione con l’attrice di origine coreana Margareth Cho, pioniera dell’autoironia dei figli di immigrati asiatici in America.
Sicuramente quindi il suo ingresso nel cast aggiungerà qualche elemento di asiaticità alla trama. Speriamo davvero che questa satira risalti anche in Jumanji e non venga appiattita dalla patina holliwoodiana.

No Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.