Hearthstone: inizia il World Championship!

Hearthstone: inizia il World Championship!

La scena competitiva di Hearthstone è in fermento. Gli occhi di tutti gli appassionati ed i tantissimi giocatori del gioco di carte Blizzard sono in questo momento puntati sulle Finals del World Championship.
Lo show più atteso dell’anno dai visitatori della locanda è partito nella mattina italiana del 18 gennaio. L’azione ci accompagnerà  fino alla serata di domenica e si concluderà con la vittoria di uno solo dei 16 giocatori attualmente in gara.

Chi volesse seguire le partite in diretta (o in replica on demand in qualsiasi momento) può collegarsi sul canale Twitch ufficiale del gioco per la telecronaca internazionale. Anche quest’anno non manca il solito grande cast di professionisti e personalità della community radunati in studio da Blizzard.
Per tutti gli spettatori italiani è anche disponibile un canale dedicato. Anche la community italiana non ha preso sottogamba l’appuntamento. I nomi più noti del competitivo e gli streamer più seguiti si alterneranno al commento nella nostra lingua.

La community di Hearthstone ad Amsterdamhearthstone world championship art costume cosplay

La principale novità di questa edizione dei Mondiali è sicuramente il cambiamento di location. Dopo che per 4 anni, il culmine della stagione competitiva era sempre coinciso con la convention Blizzcon, gli organizzatori stanno sperimentando nuovi concept. Blizzard ha deciso di separare la fase promozionale e le celebrazioni della sua convention annuale con gli eventi eSport.
Come abbiamo visto, infatti, nella Blizzcon 2017, il palco è stato animato da cinematiche, spoiler sulle prossime novità ed eventi non competitivi pensati per l’intrattenimento dei fan.

L’ultimo anno ha portato molte novità nel formato competitivo di Hearthstone. Come detto, Blizzard ha modificato la sua strategia, portando in tour per il mondo i suoi campioni. Dando importanza ad eventi come Dreamhack e dislocando le qualificazioni nel corso della stagione i professionisti si sono avvicinati al pubblico.
La novità più importante è però nel sistema delle qualificazioni mondiali. Nelle prime edizioni la regola prevedeva che quattro giocatori di ogni regione (Europa, Americhe, Asia e Cina) accedessero alla Top 16. Quest’anno le 4 regioni si sono scontrate alle finali stagionali, modificando questa composizione. Secondo molti commentatori questa regola favorisce lo spettacolo, permettendo ai migliori giocatori del mondo di superare il collo di bottiglia delle qualificazioni regionali.

No Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.