Ana: la veterana di Overwatch

Ana: la veterana di Overwatch

Uno degli Eroi più complessi e tecnici da giocare, Ana è anche un personaggio affascinante ed originale fra i cosplay di Overwatch. Il suo nome completo è Ana Amari, originaria dell’Egitto e madre di Pharah. Iniziò a combattere dopo che il suo paese fu attaccato dai malvagi Omnic. In lei nacque l’esigenza di proteggere i suoi cari. Queste motivazioni le permisero di affinare le sue abilità e divenne così il cecchino migliore del mondo. Queste qualità le valsero un posto nella squadra speciale Overwatch che riuscì a sconfiggere gli invasori.
Continuò a combattere ben oltre i cinquant’anni. Nella sua ultima missione fu gravemente ferita da Widowmaker e si diffuse la voce che fosse morta. Per alcuni anni Ana preferì rimanere in disparte. Ma le minacce per l’Egitto non erano finite ed il senso di responsabilità si risvegliò in lei. Così decise di recuperare il vecchio equipaggiamento dei tempi di Overwatch e tornare in prima linea contro i cattivi.

Il fumetto a lei dedicato “vecchi soldati”.

Ana è una madre premurosa e protettivaana overwatch cosplay

Ciò che spinge Ana a combattere non è il desiderio di conquista o sopraffazione. Al contrario, la sua vita è dedicata alla difesa del suo amato Paese e dei suoi abitanti. Questi sono i valori che ha trasmesso anche a sua figlia Pharah che ne segue le orme. Le sue abilità formano una combinazione difensiva unica. Infatti, oltre ad essere una Sniper formidabile, Ana è anche una Healer. Colpisce soprattutto per prevenire danni ai suoi alleati ai quali sa fornire grande supporto tattico.

La sua attitudine ad agire nelle retrovie, senza essere vista, si riflettono in un costume poco appariscente. Un lungo mantello dotato di cappuccio la copre dalla testa alle ginocchia. Sotto di questo, porta una tuta tecnica ma al tempo stesso essenziale, rinforzata da piccole placche nei punti cruciali. I colori dominanti sono il grigio, il nero ed il blu intenso dell’antico Egitto. Sull’occhio destro porta una benda, ricordo del suo scontro con Widowmaker.

No Comments

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.